Category Archives: Le voci degli allievi della VI edizione

L’esperienza di Carlo Galvan al Master APC

4 Ott , 2016,
Marco Antonelli
No Comments

foro-per-masterCarlo, 49 anni, nato e cresciuto a Venezia. Appassionato di politica, hai studiato e ti sei laureato
in Scienze Politiche presso l’Università degli studi di Padova. Attualmente Istruttore Direttivo del
Comune di Venezia. Di cosa ti occupi?
Dal 2014 al 2015 ho lavorato per il Servizio Trasparenza ed Anticorruzione del Comune di Venezia e
sostanzialmente abbiamo provveduto ai numerosi adempimenti che il D.lgs 33/2013 ha posto in
capo alle amministrazioni implementando quanto già posto in essere in precedenza. Debbo dire
che è stato un lavoro appassionante svolto con una equipe di persone e che ha coinvolto i
funzionari dell’intera amministrazione . Dopo questa esperienza che mi ha fatto sicuramente
appassionare della materie che mi hanno spinto ad intraprendere il percorso del Master sono, per
motivi personali, ritornato a lavorare al Servizio che si occupa di Affari Generali e Supporto Organi
prestando la mia attività per un gruppo Politico di minoranza ( a seguito dell’elezione del nuovo
sindaco).
In che modo le lezioni del Master APC sono utili per il tuo lavoro?
Debbo dire che in questo momento le lezioni mi sono servite più che altro per dare un supporto ai
consiglieri comunali sulle tematiche svolte perché l’incidenza sul lavoro è esclusivamente indiretta .
Sono orgoglioso del fatto che, anche grazie a questa esperienza maturata e con il supporto dato ad
una Consigliera Comunale, siamo riusciti a far aderire il Comune all’ associazione “Avviso
Pubblico” e a diffondere ,se mai c e ne fosse stato, maggior consapevolezza sui temi della legalità.

A completamento del tuo percorso formativo, hai deciso di svolgere una ricerca integrativa su
una tematica molto sensibile, ovvero la normativa anticorruzione applicata alle società
partecipate. Quali sono gli obiettivi del tuo lavoro e come pensi di utilizzare le conoscenze e le
competenze che hai acquisito nell’ambito delle lezioni del Master ?
É ‘un tema che è stato trattato marginalmente anche se trasversalmente. Il Comune ove lavoro
possiede il controllo esclusivo, in via diretta ed indiretta, di 15 società. Ad alcune società
controllate sono stati affidati con la modalità “in house” servizi pubblici locali di fondamentale
interesse economico e sociale per la comunità locale (ad es. trasporto locale, igiene ambientale,
servizio idrico, etc.) ad altre società controllate sono affidati servizi strumentali, in supporto alle
attività dell’Amministrazione (ad es. nel campo dell’ICT o dei lavori pubblici) perciò ho pensato che
anche in termini di analisi avrei potuto lavorare su una ampia casistica. Il tema è sicuramente
difficile e implica oltre a conoscenze giuridiche anche nozioni di economia più affini ad una
formazione come la mia ( sono iscritto all’ordine dei dottori commercialisti avendo in passato
superato l’esame pur attualmente non esercitando)

Quest’anno abbiamo inaugurato alcune lezioni in trasferta del Master: Palermo, Torino e a breve,
Napoli. In che modo queste esperienze hanno arricchito l’esperienza del Master?
Ho potuto, per evidenti motivi lavorativi, frequentare solo in maniera saltuaria, il master e il più
delle volte ho seguito le lezioni via streaming perciò le trasferte mi hanno aiutato a conoscere ed
approfondire la conoscenza degli altri studenti e dei professori che hanno condiviso l’esperienza .
Al di là di questo credo abbia completato la formazione ex cathedra e ci abbia coinvolti con
esperienze che resteranno nella memoria ( gli incontri a Palermo con i magistrati e gli operatori in
prima linea ) e che hanno arricchito un approccio che altrimenti sarebbe rimasto unicamente
teorico.

Se dovessi incontrare una persona interessata ad iscriversi al Master APC, quale consiglio
vorresti darle?
Banalmente potrei dirle di non aver dubbi e di partecipare . Io personalmente credo un master di
questo tipo apra diverse porte con l’avvertenza che sei tu che devi scegliere tra i numerosi spunti che
provengono dalle lezioni e dagli argomenti che vengono affrontati. E’ fondamentale essere curiosi
perché è un master che ha un approccio trasversale e che richiede un sapere che abbraccia la storia, la
politica, l’economia ed il diritto . Insomma un master che ti fornisce gli strumenti ma che lascia alla
responsabilità e alla capacità del singolo il modo di tradurli operativamente .

L’esperienza di Francesco Casella al Master APC

28 Set , 2016,
Marco Antonelli
No Comments

img_20151216_134522688Francesco, 28 anni, laurea magistrale in Relazioni Internazionali conseguita con il massimo dei voti presso l’Università degli Studi di Siena. Quali sono state le motivazioni che ti hanno spinto ad intraprendere un percorso formativo sui temi della criminalità organizzata e della corruzione?

La motivazione principale che mi ha spinto verso questo Master è stato innanzitutto il mio spiccato senso di legalità, oltre alla voglia di approfondire tematiche riguardanti problemi che rischiano di portare l’Italia, come sistema-Paese, verso un irresistibile declino. Scopo di noi cittadini, ma anche nostro interesse, è che ciò non avvenga, e dobbiamo fare di tutto per evitare questo scenario; per questo, penso che la conoscenza, approfondita e multiprospettica, fornita dal Master sia un primo passo molto importante verso quella cittadinanza attiva che ad oggi pare essere l’unico rimedio possibile al declino che stiamo vivendo.

Stai per iniziare un tirocinio presso l’Osservatorio Parlamentare di Avviso Pubblico. Di cosa andrai ad occuparti e come pensi di mettere a disposizione le competenze acquisite nell’ambito del Master?

Il tirocinio che mi accingo ad iniziare con il dott. Marotta riguarderà soprattutto il monitoraggio di proposte di legge e leggi appena approvate che abbiano un impatto, o che comunque siano rilevanti, nei confronti del mondo criminale operante in Italia. Ad oggi siamo ancora alle fasi preliminari del nostro rapporto, quindi non sono ancora in grado di parlare con sufficiente sicurezza sul metodo di lavoro o di andare nel dettaglio sul tipo di attività che andrò a svolgere, ma posso sicuramente affermare che utilizzerò molti degli strumenti acquisiti frequentando il Master, ad iniziare dall’approccio al lavoro che sarà necessariamente, e volutamente, multidisciplinare.

Quest’anno abbiamo inaugurato alcune lezioni in trasferta del Master: Palermo, Torino e a breve, Napoli. In che modo queste esperienze hanno arricchito l’esperienza del Master?

Sicuramente i moduli in trasferta hanno arricchito umanamente il bagaglio di esperienze ricevute dal Master, hanno permesso a noi allievi di conoscerci meglio, confrontare le nostre esperienze, stare a contatto in una maniera cameratesca, difficile da riprodurre con la mera frequentazione dei corsi seminariali. Queste trasferte ci hanno inoltre permesso di incontrare altre persone con i nostri stessi interessi al di fuori dell’ambito del Master, facendo si, quindi, che tale esperienza, per forza di cose in qualche modo circoscritta, uscisse dalle aule universitarie, permettendone la fruizione ad una platea più vasta. Ovviamente questi aspetti vanno a sommarsi, e non a sostituirsi, alla finalità didattica e professionalizzante propria del Master nel sua interezza.

Se dovessi incontrare una persona interessata ad iscriversi al Master APC, quale consiglio vorresti darle?

A una persona che approccia per la prima volta il Master sicuramente consiglierei di viversi questa esperienza completamente, a fondo e non tralasciando neanche gli aspetti che possono sembrare superflui o non attinenti, in modo da poter attingere pienamente a tutto ciò che questo percorso può dare; per quanto riguarda la parte più prettamente didattico-conoscitiva, di tenere la mente ben aperta a nuove interpretazioni, essere consci delle conoscenze che già si hanno ma non basarsi su di esse in maniera preconcetta.