Blog Detail

#IovotoFutura perché la cultura è il primo antidoto alla corruzione

15 Set , 2015,
Marco Antonelli
No Comments

Immagine_FuturaI giochi per il bando Che fare, che da tre anni premia i migliori progetti culturali ad impatto sociale, sono aperti: da oggi al 5 novembre 2015 potrai votare per Futura, la Scuola-community di cultura dell’integrità e cittadinanza monitorante organizzata da uno dei promotori della campagna Riparte il futuro, il Gruppo Abele.

Futura è un laboratorio progettuale, che comincia con una scuola e prosegue via web, volto a sviluppare nuovi strumenti e strategie dal basso di cittadinanza monitorante percontrastare la corruzione.

Nella battaglia per l’integrità, anche i cittadini possono e devono fare la loro parte, e bisogna saperlo fare per bene.  Solo cambiando la cultura di un popolo è infatti possibile creare sistemi impermeabili all’illegalità e al malaffare.

Assieme all’Associazione torinese sono sei i partner di rilevanza nazionale a sostegno del progetto, che può contare sul supporto scientifico di due importanti realtà di ricerca: il Master in Analisi, Prevenzione e Contrasto della corruzione e della criminalità organizzata dell’Università di Pisa (Master APC) e l’associazione Openpolis.

Il fine della scuola è mettere in rete tutte le realtà italiane che si occupano di lotta civile alla corruzione, open data, accesso civico, trasparenza, legalità: Actionaid,Cittadinanzattiva, Cittadini Reattivi, Libera, Monithon Ondata, con noi hanno accettato la sfida.

Noi di Riparte il futuro sosteniamo con forza questo progetto con cui condividiamo metodi e obiettivi. Vuoi contribuire anche tu a questa rivoluzione culturale?

PUOI FARLO IN DUE MODI:

1) Votando Futura qui >> NBBBBB: ricorda di validare il voto nella mail di conferma che riceverai sulla tua posta personale.

2) Passando parola tra tutti i tuoi amici: fatti una foto con la scritta #iovotofutura, condividila sui social, riporta il link per i voto e spiega perché hai deciso di sostenerci.

Tolstoj scriveva che “se i corrotti fanno dell’unione la loro forza, gli onesti devono fare lo stesso”. E tu da che parte stai?