Blog Detail

L’esperienza di Veronika Gamper al Master APC

27 Nov , 2017,
Marco Antonelli
No Comments

Veronika, 31 anni, laurea magistrale in Politica, amministrazione e organizzazione conseguita presso l’Università di Bologna. Quali sono state le motivazioni che ti hanno spinto ad intraprendere un percorso formativo sui temi della criminalità organizzata e della corruzione?

Ho sempre avuto un certo interesse per la corruzione e la criminalità organizzata, ma l’input decisivo è arrivato con la tesi di laurea magistrale dedicata alla corruzione politica nel nostro paese. Studiare e analizzare così nel dettaglio questo fenomeno, con tecniche e approcci provenienti dal settore della ricerca, ha suscitato in me mille domande alle quali ho deciso di porvi delle risposte intraprendendo questo percorso di formazione. Ulteriore fattore scatenante è stato l’elenco delle materie, i professori e la possibilità di svolgere un tirocinio presso enti e associazioni di primo piano nella lotta alla corruzione.

Hai recentemente svolto un tirocinio presso RISCC, uno dei principali centri di ricerca italiani sui temi oggetto del Master. Di cosa ti sei occupata?

L’esperienza presso RISSC è stata una tra le più ricche e interessanti che io abbia mai fatto. Sono stata coinvolta in un progetto di ricerca che mira a valutare alcune politiche pubbliche in materia di trasparenza, open data, partecipazione, accountability e innovazione digitale. Ho potuto apprendere come si crea e sviluppa una metodologia di ricerca, come migliorare il proprio pensiero critico e sviluppare così un approccio volto alla cura dei dettagli cercando sempre di approfondire le informazioni in nostro possesso.

Se dovessi incontrare una persona interessata ad iscriversi al Master APC, quale consiglio vorresti darle?

Se si è veramente interessati ai temi del Master, il mio suggerimento è ovviamente quello di iscriversi. Questo percorso formativo è un’ottima opportunità per conoscere un ambiente ricco di professionisti e appassionati. Si può apprendere moltissimo, anche sotto il profilo umano, e la possibilità di frequentare e recuperare le lezioni (come ho fatto io) grazie al supporto moodle permette una perfetta conciliazione tra i propri impegni e le prerogative del Master. In più, per chi vuole fare ricerca su questi temi, il Master è indubbiamente uno step importantissimo da intraprendere. Le occasioni che questo percorso può offrire sono uniche e vale davvero la pena cimentarsi in questa avventura.