Author Archives: Marco Antonelli

Il racconto del modulo in trasferta in Sicilia

17 Mag , 2017,
Marco Antonelli
No Comments

Per il secondo anno consecutivo il Master APC ha deciso di organizzare un modulo di lezioni in trasferta in Sicilia, dal 12 al 14 maggio 2017, per approfondire lo studio dei fenomeni mafiosi e ascoltare le testimonianze di coloro che hanno vissuto in prima persona la stagione delle stragi del 1992-1993 e di chi è concretamente e quotidianamente impegnato nella costruzione di percorsi virtuosi in tema di legalità.

Il programma della tre giorni- scaricabile qui – è stato intenso e ricco di occasioni di confronto. Il modulo è iniziato con una giornata di studi promossa dall’Università di Palermo – “Raccontare Cosa Nostra dal tempo delle stragi” – che ha visto la partecipazione del Magnifico Rettore Fabrizio Micari e della direttrice del Dipartimento “Culture e società” Maricetta Di Natale. “L’Università non può porsi come obiettivo solo la formazione e la ricerca, ma deve avere un ruolo attivo nella società, questa è la sua terza missione” ha affermato il Rettore in apertura. Parole che sono state condivise sia dalla prof.ssa Alessandra Dino, coordinatrice scientifica della giornata, la quale ha sottolineato la necessità di un processo di formazione e analisi continuo e sempre nuovo, sia dal prof. Alberto Vannucci, direttore del Master APC, che ha indicato le grandi responsabilità delle l’Università, luogo di formazione della classe dirigente. Una giornata intensa, che si è protratta ulteriormente con gli interventi del Questore di Palermo, Renato Cortese, del prof. Salvatore Costantino, del Procuratore Generale di Palermo Roberto Scarpinato, del prof. Girolamo Lo Verso, dell’avv. Vincenzo Gervasi e del Procuratore Generale di Caltanissetta Sergio Lari.

Al termine dell’incontro gli allievi del Master hanno fatto rotta verso la Bottega dei Sapori e dei Saperi di Libera Palermo, nella centrale Piazza Castelnuovo, luogo perfetto per un confronto appassionante con Gaetano Cascino, uno degli operatori della Bottega, che ha raccontato la storia di quel bene e i numerosi progetti che Libera porta avanti in città.

Il sabato mattina, dopo una rilassante serata in compagnia dei docenti, sono stati organizzati due interessanti incontri presso Radio100passi: il primo con Danilo Sulis, amico di Peppino Impastato, che ha raccontato la sua storia e la storia della Radio, proprio a partire dalla scomparsa dell’amico nel 1978; il secondo insieme ad IMD, già membro della Catturandi di Palermo, che ha portato la testimonianza di tanti operatori che per circa un ventennio si sono occupati di dare la caccia ai principali latitanti del distretto di Palermo, arrestandoli tutti. Il pomeriggio è proseguito presso la Caserma Lungaro, dove gli studenti del Master APC e una delegazione di studenti dell’Università di Palermo hanno incontrato – accompagnati da Luigi Lombardo e Ivan D’Anna, sindacalisti del SIAP – gli uomini e le donne dell’Ufficio scorte di Palermo, ascoltando le difficoltà e le questioni ancora irrisolte che caratterizzano il loro lavoro. Tra i momenti più significativi, il minuto di raccoglimento di fronte alla targa degli agenti uccisi nelle stragi di Capaci e di Via d’Amelio: la lapide è posta all’ingresso della struttura, proprio nell’atrio in cui i loro colleghi sono transitati il 23 maggio e 19 luglio 1992.

L’ultimo giorno la comitiva si è trasferita ad Agrigento, dove ha incontrato il Procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio e il giudice Giancarlo Caruso, per parlare di mafie, corruzione e misure patrimoniali per il contrasto alla corruzione. Anche in questo caso il luogo dell’incontro era carico di significato: l’Aula Magna Livatino, intitolata alla memoria del giudice Rosario Livatino, ucciso dalla mafia nei primi anni Novanta. Subito dopo il gruppo si è trasferito presso il Grand Hotel Mosè, bene confiscato alla mafia e posto sotto amministrazione giudiziaria, seguita dall’avv. Rosario di Legami: da una situazione di profonda crisi e rischio chiusura, adesso la struttura è rinata, grazie all’impegno dello staff che negli ultimi quattro anni ha profuso energie e investito su quel bene, simbolo di una terra che vuole riscattarsi.

Qui è possibile scaricare il programma del modulo in trasferta.

Qui è possibile scaricare il programma della giornata di studi “Raccontare Cosa Nostra dal tempo delle stragi”.

Qui è possibile ascoltare la registrazione della giornata di studi “Raccontare Cosa Nostra dal tempo delle stragi”.

 

“Mafie, corruzione e corruzione organizzata: una questione di metodo” – dott. Michele Prestipino

Mag , 2017,
Marco Antonelli
No Comments

Si rinnova anche nella VII edizione del Master l’appuntamento con il procuratore aggiunto della Procura di Roma Michele Prestipino per una lectio magistralis dal titolo “Mafie, corruzione e corruzione organizzata: una questione di metodo”. L’incontro si terrà giovedì 25 maggio a partire dalle ore 15.30 presso l’Aula Magna di Palazzo Matteucci in Piazza Torricelli e sarà introdotto dai saluti del Magnifico Rettore, prof. Paolo Mancarella.

L’incontro, che fa parte del calendario didattico del Master APC, sarà utile per osservare in una prospettiva comparata gli elementi di similitudine e divergenza tra il metodo mafioso utilizzato dalle diverse organizzazioni in vari contesti italiani e studiare come esso trova collegamenti con i fenomeni di corruzione.

Docenti, studenti, personale amministrativo e cittadini sono invitati a partecipare.

Sarà possibile seguire l’incontro anche in diretta videostreaming.

Qui è possibile scaricare la locandina dell’evento.

Per informazioni è possibile contattare la segreteria del Master APC.

Lectio magistralis “Esperienze di legalità” – dott. Francesco Paolo Tronca

15 Mag , 2017,
Marco Antonelli
No Comments

Il prossimo giovedì 18 maggio alle ore 16.00 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa, in Via Serafini 3, il dott. Francesco Paolo Tronca, prefetto, già commissario straordinario di Roma Capitale e già prefetto di Milano durante Expo, terrà una lectio magistralis dal titolo “Esperienze di legalità”.

L’incontro, che fa parte del calendario didattico del Master APC, è aperto a tutta la comunità universitaria: studenti, docenti, personale amministrativo.

A questo link è possibile scaricare la locandina dell’evento.

Modulo in trasferta: destinazione Sicilia

11 Mag , 2017,
Marco Antonelli
No Comments

Dopo la positiva esperienza svolta nella VI edizione, anche quest’anno il Master sta organizzando alcuni moduli di lezione in trasferta, fuori dalle sedi dell’Università di Pisa. Grazie alle risorse dei partner – Libera e Avviso Pubblico – e alla disponibilità di molti storici docenti, da domani si svolgerà il primo di questi moduli, con destinazione Sicilia.

Il venerdì gli studenti parteciperanno a una giornata di studi organizzata dall’Università degli Studi di Palermo, Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere, che si svolgerà presso la Sala Magna di Palazzo Steri Piazza Marina a Palermo, dal titolo “Raccontare Cosa Nostra ai tempi delle stragi”: importanti ospiti saranno i relatori di tavole rotonde coordinate dalla prof.ssa Alessandra Dino, un appuntamento a cui tutta la cittadinanza è invitata a partecipare (qui la locandina). Nel tardo pomeriggio ci sarà il tempo per ascoltare l’esperienza di Libera Palermo, presso la Bottega dei Saperi e dei Sapori che da anni è attiva in Piazza Castelnuovo. La sera, invece, un momento conviviale con gli organizzatori della trasferta.

La giornata di sabato sarà dedicata ad incontri sul territorio: Danilo Sulcis, a Radio 100passi, poi lo scrittore IMD, già membro della sezione catturandi di Palermo, poi una visita alla Questura e all’Ufficio Scorte, per comprendere cosa significa combattere quotidianamente in difesa della legalità.

La domenica, invece, ci trasferiremo ad Agrigento per alcuni importanti incontri formativi e per visitare il Grand Hotel Mosè, un bene posto sotto amministrazione giudiziaria che da alcuni anni ha trovato nuovo slancio grazie a un percorso virtuoso di legalità e di qualità, accompagnato dalla guida dell’avvocato Di Legami.

Un fine settimana impegnativo che terrà insieme studi teorici a esperienze pratiche. Un impegno che si ripeterà nelle prossime settimane in altre parti d’Italia e che, grazie al sostegno di tutta la comunità del Master, sta diventando una felice tradizione.

 

Locandina – venrdì 12 maggio

Seminario a cura di Maurizio De Lucia (Direzione Nazionale Antimafia)

27 Apr , 2017,
Marco Antonelli
No Comments

Oggi dalle ore 14.00 alle ore 18.00 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa (Via Serafini 3) sarà ospite del Master in “Analisi, prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione” il dott. Maurizio De Lucia, magistrato della Direzione Nazionale Antimafia.

Il titolo del seminario è “La normativa in materia di Anticorruzione e le influenze del crimine organizzato”.

La partecipazione è aperta a tutti gli studenti, docenti e al personale dell’Università di Pisa.

Piercamillo Davigo al Master APC di Pisa

21 Apr , 2017,
Marco Antonelli
No Comments

Prof. Alberto Vannucci (a sinistra), Dott. Piercamillo Davigo (al centro), Rettore Prof. Paolo Mancarella (a destra)

“La prima profilassi contro la corruzione è lo spirito di appartenenza. Bisogna fare in modo che chi lavora per lo Stato si senta parte di un progetto importante, dunque è necessario rimettere in piedi pubblica amministrazione seria”. Questo secondo Piercamillo Davigo, già Presidente dell’ANM, il primo rimedio per combattere la corruzione in Italia. Il magistrato è stato relatore nella lectio magistralis “Evoluzione della corruzione: studi di caso, esperienze e testimonianze”, organizzata dal Master in “Analisi, prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione” (APC), promosso dal Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa, da Libera e Avviso Pubblico.

Presente all’incontro anche il Rettore dell’Università di Pisa, prof. Paolo Mancarella, che ha portato i saluti istituzionali dell’Ateneo, e il Direttore del Master APC, prof. Alberto Vannucci che ha introdotto l’ospite. Il tema della corruzione è stato analizzato a partire dalle esperienze di Davigo, pm dell’inchiesta “Mani Pulite”: “Nel 1992 scoppiò Tangentopoli perché erano finiti i soldi. Finiti i soldi è scoppiata la crisi, gli imprenditori hanno smesso di pagare perché la torta su cui mangiare non poteva più essere allargata”.

Una serie di aneddoti e racconti, legati a temi di stretta attualità: “Molto spesso si sente affermare che bisogna aspettare le sentenze prima di prendere provvedimenti. Una vera scemenza. La presunzione di innocenza vale nel processo penale, non nelle relazioni sociali. Se invito un amico a cena e lo vedo scappare con l’argenteria, non aspetto la sentenza di Cassazione per prendere le distanze da lui, non lo invito più a cena! Perché nel contesto politico questo non accade mai?”. Davigo puntualizza anche rispetto a certe affermazioni a lui addebitate: “Non penso affatto che tutti i politici rubano. Rubano tanti, non tutti. Ciò che contesto è che non prendono le giuste distanze con fermezza da quelli che rubano”.

Grazie alle domande del pubblico, Davigo affronta il tema del rapporto tra magistratura e partiti: “Il magistrato che si iscrive a partiti politici commette illecito disciplinare. Anche se uno è in aspettativa. Se ti vuoi iscrivere a un partito politico ti dimetti”.

In conclusione è stato affrontato anche il tema della corruzione in Università: i casi di cronaca descrivono politici che plagiano articoli o tesi scritti da altri, quali anticorpi possono utilizzare gli Atenei? “Il problema è che l’osservanza della legge romai è un optional. Copiare le tesi è un reato. Certo, il sistema dei concorsi universitari non sempre è limpido. Ma il problema è la reazione della comunità: la comunità dei professori non reagisce con la giusta fermezza. All’estero non è così: nel mondo anglosassone i professori raccomandano gli studenti, si giocano la propria reputazione. Da noi non scrivono la lettera di raccomandazione, ma si mettono d’accordo sottobanco”.

Lectio Magistralis – Piercamillo Davigo

19 Apr , 2017,
Marco Antonelli
No Comments

“Evoluzione della corruzione: studi di caso, esperienze, testimonianze”, questo il titolo della lectio magistralis che il dott. Piercamillo Davigo, giudice e già Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, terrà il giorno venerdì 21 Aprile alle ore 15 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa, in Via Serafini 3.

Il seminario, che si svolge nell’ambito del Master in “Analisi, prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione”, è aperto a tutti coloro che sono interessati ad approfondire il tema della corruzione spiegato da uno dei magistrati del pool della famosa inchiesta “Mani Pulite” dei primi anni Novanta. Sarà l’occasione per ascoltare la testimonianza di chi si è occupato del fenomeno da un punto di vista repressivo e per studiare come la corruzione è mutata nello spazio e nel tempo.

L’ingresso è libero, ma vincolato alla limitata capienza dell’aula.

Qui è possibile scaricare la locandina dell’evento.

Per info è possibile contattare la segreteria del Master.

Il Master APC sulle scritte apparse sui muri del vescovado di Locri

20 Mar , 2017,
Marco Antonelli
No Comments

Il Master APC esprime vicinanza e sostegno a Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, nostra partner, dopo la comparsa di scritte inquietanti su alcuni muri della città di Locri (RC), luogo di svolgimento della Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Il Master condivide il comunicato di Libera (scarica qui) e invita a partecipare alle celebrazioni della Giornata o a seguire in streaming l’evento (collegandosi qui).

 

Seminario con il Procuratore Squillace Greco

8 Mar , 2017,
Marco Antonelli
No Comments

Venerdì 10 marzo 2017 alle ore 15.30 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa, in Via Serafini 3, si terrà il seminario del Procuratore capo della Procura di Livorno, dott. Ettore Squillace Greco, dal titolo “Mafie al centro-nord Italia: esperienze e testimonianze”.

L’incontro, introdotto dal prof. Alberto Vannucci (direttore Master APC) e dalla prof.ssa Monica Massari (coordinatrice Master ACORS), è promosso in collaborazione tra il Master in “Analisi, prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione” dell’Università di Pisa e dal Master in “Analisi dei fenomeni della criminalità organizzata e strategie di riutilizzo dei beni confiscati” dell’Università Federico II di Napoli.

Qui puoi scaricare la locandina dell’evento.

Ci ha lasciato Ivan Cicconi. Il messaggio del Master APC

20 Feb , 2017,
Marco Antonelli
No Comments

Nella notte tra sabato e domenica ci ha lasciato Ivan Cicconi, ingegnere e grande esperto di infrastrutture e appalti pubblici. Nella sua esperienza professionale Ivan ha ricoperto incarichi sia nel settore privato che in quello pubblico, da ultimo come direttore dell’Associazione Nazionale ITACA, pubblicando importanti lavori di ricerca su corruzione e linee ad alta velocità. Per molti anni Ivan ha collaborato con Libera ed Avviso Pubblico, oltre che con movimenti e comunità mobilitatesi a difesa dei propri territori, occupandosi tra l’altro di infiltrazioni mafiose nel ciclo del contratto pubblico e di sprechi e malaffare nella realizzazione di grandi opere. Ivan Cicconi è stato anche per sei anni, fin dalla sua prima edizione, uno straordinario docente del Master APC, capace di trattare il difficile tema del rapporto tra corruzione e appalti con una competenza professionale unica e una rara disponibilità nei confronti degli studenti, dimostrando sempre – anche nei momenti più difficili – un tratto di umanità e generosità che ci fa sentire ancora più incolmabile il vuoto della sua perdita. Il direttore, l’equipe di gestione e tutti gli studenti del Master APC si uniscono nel cordoglio alla famiglia e agli amici più cari di Ivan: ci stringiamo loro con affetto, facendo nostro nel suo ricordo il medesimo suo impegno nella ricerca animato da una profonda passione civile.